Primo piano

Primo piano

Intervista al Presidente del Comitato Sicurezza e LegalitĂ  di Milano, che ci parla dell’annosa questione della moschea abusiva di via Cavalcanti, 8 nei pressi della Stazione Centrale, un problema da risolvere per i residenti e che attende risposta dalle istituzioni cittadine

Primo piano

Intervista a Fausto Biloslavo, corrispondente di guerra ed esperto di Libia che parla della situazione attualmente esistente nel paese africano e nel Mediterraneo a proposito di migrazione, dove si intrecciano traffico di esseri umani, attivitĂ  delle organizzazioni non governative, rapporti con l’Italia a fare da sfondo uno scenario da guerra civile imminente.

Primo piano

Intervista al responsabile dell’UnitĂ  di tutela e decoro urbano della polizia di Milano sulle Z-gang di giovani che stanno sorgendo nei vari quartieri cittadini, composte da ragazzi annoiati e insoddisfatti uniti dalla comune appartenenza ai territori di residenza dove esprimono il loro disagio segnandone anche fisicamente i confini e compiendo azioni per riempire il vuoto e le mancanze di cui si sentono vittime.

Primo piano

Le teorie del crimine razionale inquadrate all’interno della criminologia ambientale suggeriscono che l’agire criminale non è il prodotto di una scelta casuale bensì le azioni, decisioni, lo spazio e il tempo sono connesse a una serie di opportunità e circostanze riscontrate dal criminale all’interno dell’ambiente in cui vive e si relaziona.

Primo piano

Prendendo spunto dal recente ciclo di incontri di autodifesa che il Municipio 7 di Milano ha organizzato per le donne residenti, approfondiamo con l’assessore Tiziana Vecchio le tematiche della sicurezza e le varie progettualitĂ  attive sul territorio di questa porzione di cittĂ .

Primo piano

Da anni alcuni quartieri di Milano vivono un disagio che, come un fiume carsico, viene portato alla luce trovando spazio sulle pagine dei quotidiani locali e non e in approfondimenti e inchieste televisive. Se ne parla per qualche tempo, la politica si indigna, chi non vi abita e non sapeva, forse, si pone delle domande. Poi tutto torna silente, ma non per coloro che abitano in queste zone e che quotidianamente si trovano ad affrontare condizioni non facili.

1 2 3