Newsletter FraternitĂ  della Strada – Dicembre 2019

SENSIBILITA’ E SENSO CIVICO: COME MIGLIORARCI

Aree di sosta e autogrill
E’ piuttosto frequente, soprattutto in occasione di esodi estivi o di ponti di festività varie, sostare in aree dove vengono abbandonati rifiuti, mozziconi e altre fantasie accuratamente fuori dagli appositi cassonetti o cestini. Oppure dove i bisognini di animali o quelli di bimbi vengono fatti tra le auto in sosta. Lasciando naturalmente i pannolini.
Altrettanto avviene agli autogrill, con l’aggravante (laddove non esista un sufficiente controllo) di servizi igienici lasciati sporchi e maleodoranti.
La scusa è sempre quella della fretta, senza pensare che si innesca una reazione a catena. Atteniamoci dunque “sempre” alle buone maniere, senza eccezioni: anche il buon esempio genera una reazione a catena, ma positiva!

La giornata della sicurezza e fraternitĂ  stradale

Ha avuto luogo sabato 22 novembre a Milano la 4^ edizione di questa manifestazione, dedicata a quanti operano in difesa della vita sulle strade, che per 30 anni abbiamo organizzato come “Giornata di Fraternità della
Strada” e che dal 2016 è gestita dalla Regione Lombardia, che ne ha assicurato la continuazione con la nuova denominazione. Abbiamo dunque reso ben volentieri anche noi i dovuti onori e festeggiato tanti appartenenti
alle Forze dell’Ordine e tanti volontari delle varie “Croci”, di cui si ignorano i sacrifici, qualche volta estremi, che affrontano per proteggere la nostra vita di utenti stradali, troppo spesso colpevolmente superficiali e non di rado aggressivi e ingrati proprio verso questi nostri angeli custodi.

Sufficiente una copia dell’assicurazione (da Sicurauto)

Come tutti sanno, dal 2015 non è più necessario esporre il tagliando assicurativo: la verifica della copertura è infatti stata affidata a un controllo telematico in tempo reale alla banca dati del Ministero.

Può però succedere, soprattutto per motivi di natura tecnica, che gli agenti non siano in grado di eseguire tale controllo, oppure perché la vettura non risulti in regola per anomalie della banca dati. Per fugare ogni dubbio (ed evitare sanzioni!) ogni
conducente deve essere in grado di dimostrare di essere in regola, esibendo il certificato assicurativo,
che va perciò tenuto al seguito. E ciò è possibile anche mostrando una stampa non originale del certificato o addirittura in formato digitale dal cellulare. Per quest’ultima eventualità c’è solo il rischio della batteria scarica: per evitare contestazioni e sanzioni, meglio dunque dotarsi anche di una batteria di riserva o con una powerbank.

Una bella iniziativa!

Dal periodico Motospia e a firma di Giovanna Guiso (giornalista esperta di motociclismo e nostra associata) abbiamo molto volentieri rilevato come “Motorlab – Idee in movimento”, associazione di motociclisti “sognatori e combattenti”, come si definiscono e che offre la propria collaborazione a enti e realtà imprenditoriali puntando a una diffusione sul piano nazionale, ha donato al Comune di San Lazzaro di Savena le protezioni dette “DSM” (Dispositivi Salva Motociclisti), consentendo l’installazione di 360 metri di questi nuovi guard-rail in curve nella città metropolitana di Bologna, più altri 234 metri nel territorio di S. Lazzaro.
Abbiamo più volte affiancato anche noi questa più che benvenuta evoluzione e ci fa davvero piacere constatare l’esistenza di gruppi così responsabili e propositivi!

Geniale !

E’ apparsa a Milano questa segnaletica orizzontale per il parcheggio di motocicli e biciclette. Le strisce per le auto sono perpendicolari all’asse della carreggiata, mentre quelle per le due ruote sono parallele e non per niente sono sempre vuote: ciclisti e soprattutto motociclisti, infatti, stanno attendendo che qualcuno gli spieghi come entrare e uscire.

NEWS IN PILLOLE

Seggiolini per bimbi: la discussa adozione dei seggiolini antiabbandono è stata procrastinata al 6
marzo 2020 per cui, fino a quella data, non ci sarĂ  alcuna sanzione per gli inadempienti. Con un
mercato non ancora pronto per rispondere alle richieste, l’iniziativa aveva suscitato un vespaio di
polemiche. Senza contare le lamentele di moltissimi genitori costretti a ulteriori spese. Da parte
nostra avevamo avanzato qualche timida e più spartana alternativa, ma tant’è.
L’Iva per le auto ibride o elettriche per i disabili è stata abbassata al 4%.
Bollo auto: con il nuovo anno il bollo si pagherĂ  solo con il sistema elettronico PagoPa. I pagamenti,
inoltre, saranno convogliati nel Pra, gestito da ACI, per un maggiore contrasto alle omissioni di troppi
furbi.

Share.